Il simbolo di Castelnuovo del Garda

Emblema della cittadina di Castelnuovo del Garda, che domina l’abitato: testimone dell’antico castello, edificato nel 1387 da Gian Galeazzo Visconti, signore di Milano, a seguito della sconfitta sofferta dai Della Scala, signori di Verona. Era il mastio del castello e si trovava al centro di una doppia cerchia di mura, come testimonia la Carta dell’Almagià, raffigurante il territorio veronese nel 1400. Il complesso visconteo fu innalzato su di un preesistente fortilizio, probabilmente risalente al XII secolo. La cella campanaria è una soprelevazione della fine del 1700 e gli inizi del 1800 ed ospita uno dei concerti di campane alla veronese più completo (quattordici campane).

Informazioni utili

Torre Viscontea, Castelnuovo del Garda VR, Italia

La fiera, di origine millenaria, nasce su Colle San Lorenzo, altura di Cavalcaselle, dove, già dall’anno mille, era luogo di sosta e ristoro per i tanti pastori che transitavano durante lo spostamento stagionale dal Monte Baldo a valle. Lì si accampavano nell’attesa di traghettare sul Mincio i propri greggi di bestiame e rientrare a casa. Intorno al focolare i pastori allestivano piccoli bivacchi mentre le donne erano solite preparare un pasto caldo come brodo, risotto o trippa. Nei giorni di transito, la folla di pastori sul colle richiamava anche molti venditori ambulanti e la tradizione narra che è così che la fiera ha avuto inizio.

L’Antica fiera di Cavalcaselle quindi nasce come fiera-mercato dei pastori, per poi affermarsi nel 1800 come occasione di ritrovo sul Colle San Lorenzo. Un’unione di tradizione agricola e folklore condiviso dall’intera comunità, che la rende diversa dalle altre e molto sentita per gli abitanti del circondario.

L’evento si svolge durante 4 giorni dove vengono creati, dalle varie associazioni, i bivacchi e coperture molto simili a quelle storiche, in cui poter degustare i prodotti tipici del territorio.

E’ il 24 Giugno 1866: un manipolo di uomini, barricati in un edificio, circondati dal nemico, senza via di scampo, razionando munizioni e sfruttando quanto poco in loro possesso riescono a tener bada alla moltitudine che avanza sempre di più. Ormai da soli (il resto degli alleati ripiegava in lontananza), con le munizioni che si esauriscono e gli avversari che danno fuoco alla casa per stanarli, gli ufficiali decidono di dare la resa per salvare la vita ai pochi rimasti. Manca solo una cosa: la Bandiera del Reggimento che non poteva essere consegnata nelle mani del nemico.

Si decide di fare la bandiera a pezzi, ciascuno degli uomini ne custodirà una parte, l’asta e la freccia vengono nascoste nel camino e quindi la dichiarazione di resa. Il nemico vedendoli in numero esiguo uscire dall’abitato concede l’onore delle armi e si complimenta addirittura per il coraggio dei pochi. Terminata la guerra la bandiera viene ricomposta e con una cerimonia solenne, viene riconsegnata al proprio Reggimento in piazza San Marco a Venezia. Questa è la storia del Tricolore di Oliosi, la bandiera del 44° Fanteria della Brigata Forlì.

La festa dell’uva è un evento per gli amanti del vino e non solo! Infatti, oltre a comprendere stand enogastronomici in cui è possibile degustare vino e cibo legato alla tradizione, è presente anche un Luna Park per intrattenere i più piccoli.

L’anello cicloturistico Terre del Custoza è lungo circa 65 km e si sviluppa su viabilità promiscua a basso traffico di cui il 70% asfaltata. Il tragitto può essere percorso in entrambi i sensi di marcia e permette di esplorare i borghi di Bussolengo, Sommacampagna, Sona, Valeggio sul Mincio. Il percorso è riconoscibile anche grazie ai cartelli che indicano il tragitto ciclabile.

Un piacevole percorso nei luoghi storici del comune

L’itinerario è prevalentemente sterrato su sentieri e strade bianche dell’entroterra. Adatto agli amanti della Mountain Bike, segue la linea collinare toccando tutte le frazioni di Castelnuovo, attraversando luoghi storici del comune, oltre alle numerose cantine del territorio.

Nel 2020 sono stati aggiunti dei tratti che permettono di raggiungere Gardaland, Caneva, Natura Viva e Villa dei Cedri, unendosi in questo modo ad altre ciclovie intercomunali. Oltre a qualche salita, il percorso è molto piacevole e adatto a tutti i tipi di ciclisti.

Informazioni utili

Ronchi, VR, Italia

0452237183

turismo@castelnuovodg.it

Un percorso lungo 98 km che attraversa tutto il territorio del basso lago di Garda

Questa ciclovia tocca il Comune di Castelnuovo nella frazione di Cavalcaselle e prosegue verso Camalavicina, dirigendosi poi lungo il fiume Mincio e la sua omonima ciclabile.

Il turista percorre per 98 km l’intero territorio del basso lago di Garda e attraversa tutti i luoghi del gruppo Garda Bike Verona, rete d’imprese tra le location più iconiche del lago che accolgono al meglio i ciclisti.

Informazioni utili

Cavalcaselle, VR, Italia

0452237183

turismo@castelnuovodg.it

La ciclovia a picco sul lago

Questa ciclovia è ancora in realizzazione: una volta ultimata permetterà di collegare Verona al lago di Garda percorrendo Bussolengo, congiungendosi alla ciclovia del Sole.

Informazioni utili

Castelnuovo del Garda, VR, Italia

0452237183

turismo@castelnuovodg.it

Un percorso ciclabile lungo 7.400 chilometri

La ciclovia del Sole o EuroVelo 7, parte da Capo Nord, l’estrema punta settentrionale dell’Europa e si conclude nel cuore del Mediterraneo a Malta, attraversando Norvegia, Finlandia, Svezia, Danimarca, Germania, Repubblica Ceca, Austria e Italia, per un totale di 7400 km.

L’EuroVelo 7 inizia dall’itinerario turistico Graspo del Moro nel comune di Castelnuovo del Garda, percorre la frazione Ronchi e prosegue sul lungolago fino a Peschiera.

Informazioni utili

Via Verdi, 26, 37014 Ronchi, VR, Italia

0452237183

turismo@castelnuovodg.it

Musica e cinema sotto le stelle

Il Brolo delle Melanie, situato nella zona centrale di Castelnuovo del Garda, è un parco urbano pubblico cinto da mura. L’area, immersa nel verde, ospita durante l’anno concerti, sagre ed eventi.

Informazioni utili

Via Pozzetto, 7, 37014 Castelnuovo del Garda, VR, Italia

0452237183

turismo@castelnuovodg.it

Registrati

Password dimenticata?